Stampa questa pagina
08 Settembre 2009 Scritto da  Fabio Deotto

Videogames a scuola. I videogiochi sostituiranno i libri di testo?

videogame-a-scuola.jpg“Dai a un ragazzino un libro di testo e un videogioco, e lui sceglierà il videogioco”.
Bella scoperta, direte voi. Eppure è con questa semplice considerazione che di Linguistica e Teoria Semantica James Paul Glee spiega perché secondo lui l’apprendimento del futuro dovrà necessariamente passare attraverso i videogiochi.

Cosa significa? Che i nostri figli non dovranno più incurvare la schiena sotto il peso dei libri perché le ore di storia si trasformeranno in campagne autoconclusive di Empire: Total War (cosa che avevamo già ventilato qui)? Oppure che i prof. di inglese verranno scalzati da un training avanzato per Nintendo DS?
Non esattamente. L’obbiettivo di James Paul Gee è di forgiare un nuovo sistema di apprendimento che sgretoli definitivamente la barriera che separa le nozioni contenute in un normale libro di testo dalla loro utilità pratica.

“Quello che ottieni dai comuni programmi di apprendimento sono parole su parole, e se un ragazzo non capisce quello che legge su un testo, di solito gli viene dato un altro testo” spiega Gee in una recente intervista rilasciata per Frontline “Prendiamo la Forza, in fisica. Puoi utilizzare decine di parole per definire il concetto di Forza, e nessuna di queste ti aiuterà a risolvere i problemi. Ma se alla parola Forza affianchi contemporaneamente immagini, problemi da risolvere e situazioni ipotetiche, alla fine non solo saprai cosa significa Forza, ma sarai effettivamente in grado di risolvere problemi”.

Titolo originale: "I videogiochi sostituiranno i libri di testo".


info tratto da: http://www.wired.it/
vai alla notizia completa...>>



LASCIA IL TUO COMMENTO

 Non sei connesso? Loggati per commentare. Hai un profilo Facebook? Connettilo con Psicotecnologie.it Non hai ancora un Account? Registrati adesso!