Psicotecnologie.it

Collaborare con Noi Clicca qui!

COLLABORA CON NOI!
» Contattaci

CONNETTITI CON NOI!
» Entra nella community

20 Febbraio 2010 Scritto da  Vincenzo Cammareri

Predire gli eventi: un'applicazione per telefonini ci renderà la vita migliore.

predict-your-move.gifI dispositivi mobile di ultima generazione sono diventati delle vere e proprie stazioni di rilevamento in grado di catturare ogni nostro movimento all’interno dello spazio, grazie ai numerosi sensori di cui sono dotati.

Partendo da questa osservazione, il team di Arjen Peddemors,  ricercatore in Ingegneria delle Comunicazioni presso la  University of Technology di Delft, nei Paesi Bassi, sta sviluppando un’applicazione per dispositivi mobile  in grado di “imparare” dalle nostre abitudini a predire le nostre azione prima ancora che vengano eseguite, con lo scopo di ottimizzare i servizi che ruotano attorno a questa tecnologia,  migliorare la  qualità della nostra vita e, in alcuni casi, salvarcela.

Il sistema messo a punto da  Peddemors e collaboratori sfrutterebbe le potenzialità degli accelerometri di cui sono dotati i cellulari di ultima generazione, come ad esempio l'I-Phone della Apple. L’accelerometro è quel sistema di elaborazione dati, sensibile al movimento, che tra le varie utilità consente di orientare l’inclinazione dell’immagine dello schermo a seconda della posizione che l’utente fa assumere al cellulare.

Il lavoro di Peddemors  si è basato sulla constatazione che, quando ci muoviamo nell’ambiente, gli accelerometri, come anche i vari  software che rispondono alle sollecitazioni  esterne come urti o vibrazioni improvvise,  generano un flusso costante di dati che riflette i movimenti del portatore del dispositivo e che tale flusso può essere analizzato  ed utilizzato come  "predittivo" degli eventi in mobilità.

Facciamo un esempio. Andare al lavoro comporta spesso delle azioni di routine, una successione di movimenti stereotipati che possono comprendere lo scendere una rampa di scale, il dirigersi verso il  garage, il sedersi in macchina, ecc.
I tempi  e gli spostamenti  che compiamo durante queste  azioni quotidiane  possono essere tracciati ed utilizzati dal sistema come indicatori per catalogare la  serie di eventi sotto un’unica “firma elettronica” , per esempio: “andare a lavorare”.
Il sistema sviluppato dagli ingegneri dell’Università di  Delft  consente di “addestrare” il proprio cellulare ad interpretare il tracciato del  comportamento dell’utente e di predire l’azione successiva a seconda della “firma elettronica” attivata.

All’occasione il sistema potrebbe, ad esempio, evitare di far avviare al cellulare un download di files di grandi dimensioni, come nel caso degli mp3,  quando il comportamento dell’utente “suggerisce” la possibilità  che si sta per andare fuori dalla portata della rete a connessione veloce. Allo stesso modo potrebbe contribuire in modo significativo a salvare delle vite  in settori  pionieristici della medicina che utilizzano la tecnologia mobile per la trasmissione dei dati vitali dei pazienti.

Riguardo quest’ultimo punto,  Peddemors sostiene  l’idea che implementare un sistema di  previsione degli  “eventi in mobilità” potrebbe rivelarsi particolarmente utile nei casi in cui la vita di un paziente è legata al rilevamento, tramiti appositi dispositivi,  dei suoi fattori vitali e all’invio  degli stessi al centro di osservazione al quale il paziente è collegato: “Nel prevedere i movimenti del paziente…” dice  Peddemors “ l’upload dei dati critici non potrà essere tentato fin quando il suo comportamento non ci dirà che esso può essere completato”.

Secondo lan Brown, specialista in  privacy e sicurezza presso l’ Oxford Internet Institute del Regno Unito, da questo sistema potrebbero conseguire interessanti applicazioni  a patto però che “i dati rimangano saldamente sotto il controllo dell’utente”.


Risorse per Approfondimento



Articoli correlati (da tag)

Sei qui: Home Percorsi Psicologia e Individuo News Predire gli eventi: un'applicazione per telefonini ci renderà la vita migliore.

Connettiti con noi

Indaghiamo sulla natura dei cambiamenti in atto per cercare di capire quale ruolo le tecnologie stanno assumendo nello sviluppo dell'individuo del futuro.