Psicotecnologie.it

Collaborare con Noi Clicca qui!

COLLABORA CON NOI!
» Contattaci

CONNETTITI CON NOI!
» Entra nella community

29 Settembre 2012 Scritto da 

La televisione che "parla" ai bambini

Kinect Sesame Street TV Kinect Sesame Street TV Edition.cnn.com In evidenza

Tv interattiva grazie all'integrazione con il sensore di movimento e di riconoscimento vocale di Kinect.

Che il motion controller di casa Microsoft nato originariamente per la console di gioco Xbox 360 fosse destinato a rivoluzionare anche il mondo del non gaming ce lo saremmo comunque aspettato visto il proliferare - già subito dopo la sua apparizione sul mercato - degli usi alternativi che ingegneri, scienziati, artisti o semplici appassionati di informativa/elettronica hanno fatto del dispositivo.

Ma un ulteriore passo avanti si sta sperimentando oltreoceano e riguarderà il modo che avranno i bambini di "dialogare" con la Tv.  L'idea che alcune emittenti televisive americane stanno concretizzando assieme agli informatici della casa di Redmond offre difatti la possibilità al loro giovanissimo pubblico di interagire con i contenuti e con i personaggi degli shows televisivi a loro dedicati, come "Nat Geo WILD" e "Sesame Street", attraverso le funzionalità del motion controller della Microsoft

Come riferisce Terry Fitzpatrick, vice presidente esecutivo di Executive Sesame Workshop - la nonprofit educational organization la cui mission è di promuovere l'apprendimento nei bambini e di aiutarli a sviluppare il loro potenziale sfruttando il potere educativo dei mezzi di comunicazione - il Kinect "è un'interfaccia naturale ed intuitiva per bambini in età prescolare [...] Non c'è bisogno di insegnare ad un bambino come utilizzare un mouse o i complicati controller che la maggior parte delle piattaforme di gioco hanno ".

Prendiamo il caso di "Kinect Sesame Street TV", un famoso videogioco educativo. In alcune scene i protagonisti interagiscono con i bambini ponendo loro domande sul numero di noci di cocco visualizzati all'interno di una scatola visualizzata sullo schermo. Se si trattasse di una normale modalità di fruizione televisiva il bambino risponderebbe in modo passivo, ma in un sistema che integra Kinect il personaggio potrebbe attendere la risposta e stimolare lo spettatore a ricontrollare il conteggio qualora questa fosse sbagliata. Ma ovviamente le potenzialità della tecnologia non si limitano alla sola risposta a delle semplici domande, basta dare un'occhiata al video (in basso) per rendersi conto delle innumerevoli applicazioni e funzionalità.

Quale sia l'evoluzione in termini di influenza sul comportamento dei minori di una simile tecnologia ce lo possiamo immaginare: in futuro ci troveremo di fronte a bambini che, come del resto già fanno in Kinect Sesame Street TV o con altri videogames,  "dialogheranno" con lo schermo televisivo, interagiranno con i contenuti da esso veicolati e si attiveranno per eseguire compiti proposti dai loro beniamini. Rimane dunque il problema di come trasformare le potenzialità offerte dalla tv che "parla" ai bambini in esperienza educativa e formativa,  e se si renderà necessario cominciare a pensare o a ripensare ad un codice etico di regolamentazione delle trasmissioni "interattive" per tutelare i minori da possibili condizionamenti che potrebbero influire sul loro normale sviluppo psichico e morale.  

Fonte:
"Edition.cnn.com" | Vai all'articolo...


Video

Kinect gets "Playful Learning" with Sesame Street & National youtube

Vincenzo Cammareri

Psicotecnologie.it- Osservatorio di Psicologia sulla Società Tecnologica Contemporanea Sito web: www.psicotecnologie.it
Sei qui: Home Percorsi Tecnopsicologia Articolo La televisione che "parla" ai bambini

Connettiti con noi

Indaghiamo sulla natura dei cambiamenti in atto per cercare di capire quale ruolo le tecnologie stanno assumendo nello sviluppo dell'individuo del futuro.